martedì 1 settembre 2009

Catania: 10 cani avvelenati al Porto: messaggio da inviare

Catania: 10 cani avvelenati al Porto

Catania - Sono almeno una decina i cani avvelenati da ignoti in questi giorni al Porto di Catania, un fenomeno che sta divenendo ricorrente e preoccupante, viste le dimensioni che sta assumendo.Ancora ignoti gli autori del vile e criminale gesto effettuato contro degli esseri viventi già traditi da chi hanno amato ed ora uccisi per mano di veri (loro si) bastardi e morti tra le più atroci sofferenze, che il veleno purtroppo provoca.Sempre più necessaria, in tutto il territorio regionale (e lo sosteniamo anche da queste pagine da sempre), nel quale questa piaga sta assumendo proporzioni non più controllabili, una seria prevenzione da parte delle Istituzioni preposte, nei confronti del randagismo e di chi abbandona, maltratta od uccide gli animali perché come recitava una frase del Mahatma Gandhi “La civiltà di un popolo e delle sue stesse istituzioni, il valore della stessa democrazia di una nazione, si vedono da come questo popolo e le sue istituzioni trattano i propri animali”. E se dovessimo misurarla con questi parametri, non ne verrebbe certo fuori un segnale di grande salute ma solo un incontenibile senso di vergogna. S.I.


SCRIVIAMO AGLI INDIRIZZI SOTTO RIPORTATI

INDIRIZZI

A:
segreteria.sindaco@comune. catania.it; veterinario.catania@ausl3.ct.it

Cc:
redazione@siciliatoday.net; santidomenico@tiscali.it
; redazione.soldo@gmail.com; segreteria@lasicilia.it; cronacacatania@gazzettadelsud.it; catregua@quotidianodisicilia.it; info@sicilyweb.com

TESTO DA INVIARE

"Alla cortese attenzione del Sindaco di Catania Raffaele Stancanelli
e dell'ASl di competenza per interventi di Polizia Veterinaria
e a quanti possano essere interessati

Egr.Sindaco della città di Catania,
Egr.Agenti e responsabili.

Una cittadina di Catania ha segnalato al nostro Gruppo la notizia dell' uccisione tramite avvelenamento di almeno 10 cani randagi al porto della città, di cui solo il telegiornale de
"LA SICILIA" in data 11 Agosto aveva dato notizia, seguito poi da un giornalista che ha pubblicato nel suo giornale on-line un articolo informando di questa morte atroce, in cui si chiede - citiamo dall'articolo: " una seria prevenzione da parte delle Istituzioni preposte, nei confronti del randagismo e di chi abbandona, maltratta od uccide gli animali ". Riportiamo il link dove potrete leggere la notizia e anche lo sgomento e la rabbia nei commenti di lettori Catanesi e non solo. Commenti per i quali non siamo responsabili nè autrici .
http://nuovosoldo.wordpress.com/2009/08/12/catania-10-cani-avvelenati-al-porto/
L'avvelenamento di randagi è un' azione incivile e crudele, che viene perpetrata da ignoti, pensando di agire indisturbati, ma esiste la ben articolata legge quadro 281/91 riguardante il randagismo ed anche uno specifico decreto assessoriale della Regione Sicilia (DECRETO 13 dicembre 2007 : le "Linee guida per il controllo del randagismo ..." reperibile al link:
http://www.gurs.regione.sicilia.it/Gazzette/g08-04/g08-04-p18.html
in cui si sottolinea l'importanza di una presenza attiva delle Istituzioni onde assicurare il, citiamo: [...[ miglioramento e il corretto equilibrio del rapporto uomo-animale-ambiente, il coordinamento della vigilanza permanente ed i relativi controlli del settore - fine citazione.
Stando quanto indicato nella legge e nel decreto succitati, facciamo appello rispettivamente alle competenze di Primo Cittadino quale Responsabile dei cani vaganti nel Suo territorio e a quelle proprie della ASL Veterinaria e chiediamo accoratamente a Voi di intervenire affinchè tali tragedie non s'abbiano a ripetere. Vi esortiamo a far luce sull'accaduto, indagando sulla vicenda. Chiediamo di intervenire per il benessere animale e la pacifica convivenza tra questi e gli umani, mediante applicazione di soluzioni incruente e pacifiche. Simili crudeltà macchiano la bellezza della città, indignano i cittadini e noi tutti, spingendo eventuali turisti Italiani e stranieri (diffusasi la notizia in Internet e nei social networks) a non visitare Catania e la Sicilia tutta, come gesto di civile protesta verso questi atti criminali a danno di cani innocenti .

Confidando nel Vs senso di responsabilità e civiltà,in attesa di una Vs risposta
Vi porgiamo cordiali saluti

nome, cognome località







Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.